crediti: 

Un progetto di Fika Contemporanea danza 

con Carolina Amoretti, Sara Campinoti, Cristina D'Alberto, Martina Francone 

musica: Simone Tecla 

con il sostegno di OMa, I MacelliNoTheatre, Il Vivaio del Malcantone

CALAMALEONTE PRIMO ATTACCO

 

“Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.”

Antoine Laurent de Lavoisier

 Il camaleonte come simbolo di una continua e instancabile trasformazione, una mutazione di pelle spazio e forma che va al di la di ogni forma prestabilita e preconcepita ma tende verso la libertà.

Contiene nel suo essere le più svariate sfumature di colori e stati d’animo e con essi crea un legame di forte fiducia e coperazione al fine di tendere all’assoluta integrità di forma e sostanza. Sfrutta l’ambiente circostaste senza distruggere e derubare questa fragile risorsa, ne diventa semplicemente parte, pronto ad assumerne le caratteristiche o a manifestarsi nella sua assoluta unicità.

Con le stesse intenzioni e rispetto le quattro performer si muovono nello spazio scenico indagando le più svariate sfumature di interazione e dialogo, precipitando da un mondo puramente fantastico e immaginario in uno fatto di corpi vibranti e materici capaci di frantumarsi e sostenersi a vicenda.